Foce dice no alla trasformazione delle terapie intensive cardiologiche

La Foce (Federazione di Oncologi, Cardiologi ed Ematologi) esprime il proprio dissenso riguardo alla conversione delle terapie intensive cardiologiche in reparti Covid. «Nelle prossime settimane il rischio concreto è di avere più morti per infarto che per Covid 19, perché le patologie cardiovascolari sono tempo-dipendenti. Assistiamo con grande preoccupazione alla sottrazione di chances di cura, che rischia di vanificare vent’anni di progressi nella riduzione della mortalità», è l’allarme lanciato da Francesco Cognetti, presidente dalla Foce.

Prestazioni sanitarie cancellate, che problema!

18 milioni. A tanto ammonterebbero le prestazioni sanitarie cancellate da febbraio a ottobre per via delle limitazioni imposte per il contenimento del Covid 19. L’allarme è stato lanciato nel corso del recente webinar “Medicina di prossimità: crisi, emergenza e ruolo di un territorio su cui investire per creare salute”, organizzato da Apmarr (Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare). Per migliorare la situazione, Apmarr propone di aumentare il numero di personale medico e specialisti in tutta Italia, investendo nella loro formazione e nella ricerca, di rinnovare le infrastrutture esistenti, di investire nella telemedicina e di snellire la burocrazia, facilitando per esempio l’accesso al Fascicolo Sanitario Elettronico.

Meno rischi con la mascherina in bambù («aggiunta» alla chirurgica)

Le mascherine compostabili in bambù Myfaceroll della Körber Tissue rappresentano il complemento ideale delle classiche mascherine chirurgiche. L’utilizzo combinato di questi due dispositivi assicura infatti il 99,8% di filtrazione batterica, nonché una superficie sempre pulita all’esterno. Le mascherine chirurgiche sono tra i dispositivi più utilizzati per fronteggiare l’emergenza Covid-19, poiché garantiscono un’alta percentuale di filtrazione batterica. Tuttavia, quando sono indossate a lungo si caricano di virus e batteri, che possono essere facilmente trasferiti altrove se chi le indossa le rimuove o le tocca. Tali mascherine in bambù Myfaceroll, che possono essere indossate sopra o sotto quelle chirurgiche, costituiscono inoltre un’efficace protezione soprattutto in ambienti affollati, come i mezzi di trasporto, i centri commerciali, le scuole eccetera.

Le società scientifiche contro il lockdown selettivo

La soluzione di un lockdown riservato agli anziani paventata dall’Ispi (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale) per porre un freno alla diffusione del Covid 19 non è ben accetta dalle società scientifiche di ambito geriatrico. Assolutamente contrario Alessandro Boccanelli, presidente della Sicge (Società Italiana di Cardiologia Geriatrica), che ha affermato: «L’inattività fisica susseguente al lockdown di marzo e aprile ha fortemente modificato (in peggio, ndr) l’andamento delle malattie cardiache». Dello stesso parere è Raffaele Antonelli Incalzi, presidente della Sigg (Società Italiana di Gerontologia e Geriatria): «Permettere agli anziani di camminare e uscire è un salvavita per molte patologie».

SAPI ottiene la certificazione Remade in Italy

Remade, ente di certificazione accreditato a norma del Regolamento CE 765/2008, ha conferito a SAPI, gruppo industriale italiano specializzato nella rigenerazione di cartucce toner esauste, ricondizionamento di stampanti e fotocopiatrici e consulenza tecnica, la prestigiosa certificazione Remade in Italy, che attesta la conformità delle cartucce toner rigenerate ai Cam (Criteri Minimi Ambientali) richiesti dalla normativa vigente in tema di Gpp (Green Public Procurement, ossia acquisti pubblici verdi). “Il conseguimento della certificazione Remade in Italy rientrava tra gli obiettivi che ci eravamo prefissati nel 2020. Ora, è nostra intenzione estendere il nuovo sistema di tracciabilità a tutta la filiera produttiva, partendo dai vuoti. Se anche questi ultimi fossero dotati di un sistema RIFD, infatti, si potrebbe risalire con certezza alla loro provenienza e l’utente finale avrebbe la garanzia di aver acquistato un prodotto rigenerato, in linea con gli obiettivi di Remade”, ha dichiarato Franco Ferreri, amministratore delegato di SAPI.

Posti letto in neurologia: l’allarme della Sin

La necessità di trovare spazio negli ospedali ai malati di Covid 19 sta togliendo posti letto agli altri reparti. Non fanno eccezione le neurologie, tanto che la Sin (Società Italiana di Neurologia), Alice Italia Odv (Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale) e l’Iso (Organizzazione Italiana per lo stroke) esprimono preoccupazione. In particolare, tali associazioni sottolineano la necessità di assicurare servizi migliori a pazienti con malattie non trasmissibili, soprattutto a chi presenta ictus, traumi cranici, crisi epilettiche, sclerosi multipla e polineuriti acute, in cui la tempestività delle cure riveste un ruolo importantissimo. Questa situazione ha poi ripercussioni negative anche sulle persone con patologie neurologiche croniche, quali demenza e malattia di Parkinson.

ULTIME NEWS

Alzheimer: un ciclamino a sostengo della ricerca

Dal 4 al 16 dicembre è possibile dare un contributo concreto alla ricerca sulla malattia di Alzheimer e sulle altre forme di demenza grazie alla campagna “Non ti scordar di te”. Basta infatti acquistare in numerosi punti vendita Coop di tutto il territorio nazionale la piantina di ciclamino con il logo della campagna. Per ogni piantina acquistata, sarà devoluto un euro a supporto degli sforzi in ambito scientifico di Airalzh Onlus, unica associazione che promuove e sostiene a livello nazionale la ricerca medico scientifica sulla malattia di Alzheimer e, più in generale, sulla demenza.

 

◊ ◊ ◊

 

La centralità dell’urologo del territorio

In occasione del decimo Congresso Nazionale, che si è tenuto di recente, la Siut (Società Italiana Urologia Territoriale) ha sottolineato che l’urologo del territorio è una figura che può costituire la chiave di volta per la gestione sia delle malattie croniche, sia delle patologie oncologiche. Al tempo stesso, però, la società ha rimarcato che l’urologo del territorio va inserito in un percorso strutturato e condiviso e che c’è la necessità di un maggior coordinamento con gli ospedali e i medici di famiglia.

 

◊ ◊ ◊

 

Aiic: Umberto Nocco nuovo presidente

Nel corso del recente Convegno Nazionale dell’Aiic (Associazione Italiani ingegneri Clinici), l’assemblea dei soci ha eletto il nuovo consiglio direttivo. Il nuovo presidente dell’associazione è Umberto Nocco, direttore della Struttura Complessa di Ingegneria Clinica all’Azienda Socio Sanitaria Territoriale dei Sette Laghi di Varese, che subentra a Lorenzo Leogrande che, in qualità di past-president, fa parte del nuovo direttivo dell’Aiic.

 

◊ ◊ ◊

 

Franco Grimaldi alla guida dell’Ame

Al termine del recente Congresso Nazionale dell’Ame (Associazione Medici Endocrinologi) è stato eletto il nuovo presidente. Si tratta di Franco Grimaldi, direttore della Struttura Complessa di Endocrinologia Malattie del Metabolismo e Nutrizione Clinica dell’Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale. Tra i soci fondatori dell’Ame, Grimaldi è stato il primo presidente dell’Aace (American Association of Clinical Endocrinologists).

 

◊ ◊ ◊

 

È partita una campagna sullo scompenso cardiaco

È promossa per definire nuovi ed efficaci percorsi di cura e un più agile ricorso all’uso delle tecnologie evolute la campagna sullo scompenso cardiaco “Lui batte per te, tu battiti per lui”, il cui coordinatore è il professor Gian Franco Gensini, direttore scientifico dell’Irccs MultiMedica di Sesta San Giovanni (Mi). La campagna si articola in una serie di incontri, iniziati il 4 novembre. Il roadshow virtuale prevede tappe in Toscana, Lazio, Veneto e Lombardia, per concludersi nel 2021 con un evento nazionale (info:

https://www.facebook.com/Battepertebattitiperlui). Secondo un’indagine Ipsos, solo il 21% degli italiani sa che la prima causa di morte sono le malattie cardiovascolari, in primis lo scompenso cardiaco.

 

◊ ◊ ◊

 

La speranza nell’età della demenza

È in calendario a Singapore, dal 10 al 12 dicembre, la 34esima Conferenza Internazionale di Adi (Alzheimer’s Disease International), che sarà intitolata “Hope in the age of dementia”. Per maggiori informazioni: sito internet www.adi2020.org.

 

◊ ◊ ◊

 

A Osaka l’edizione 2021 di “Medical Japan”

È in programma a Osaka, dal 24 al 26 febbraio del prossimo anno, la prossima edizione di “Medical Japan”. I temi che saranno sotto la luce dei riflettori nel corso della fiera saranno la telemedicina, i consulti e le prescrizioni mediche a distanza e i dispositivi medici innovativi sotto l’aspetto tecnologico.

ISCRIVITI
ALLA
NEWSLETTER DI SESTASTAGIONE

CLICCA QUI

Copyright © 2017 - Tecnezia srl - Via Macedonio Melloni, 24 - 20129 Milano - P. IVA 12964990159 - Tutti i diritti riservati