Alzheimer: approvato farmaco per forme lievi

Nonostante il parere contrario di alcuni esperti in materia nonché della Commissione Indipendente di esperti della stessa Fda, la Food and Drug Administration, l’agenzia del governo americano che si occupa della sicurezza dei farmaci e dei cibi, ha autorizzato l’utilizzo dell’aducanumab per rallentare l’evoluzione della malattia di Alzheimer. È questo il primo trattamento a disposizione che non si limita a contrastare i sintomi della patologia, ma che frena (senza però arrestare) il declino cognitivo che caratterizza questa malattia. La cura con questo farmaco consiste in un’iniezione al mese per via endovenosa. Contestualmente al via libera, però, la Fda ha richiesto un nuovo test clinico per confermare l’efficacia dell’aducanumab. Airlazh Onlus ha accolto con entusiasmo l’approvazione del farmaco. “È davvero un’ottima notizia, che sottolinea ancora una volta l’importanza della diagnosi precoce sulla quale si sono sempre concentrate le ricerche che la nostra Associazione ha sempre sostenuto, tra cui gli ultimi 7 Grants AGYR 2020, assegnati proprio all’inizio di quest’anno con un investimento di 300.000 euro”, ha commentato la professoressa Alessandra Mocali, presidente di Airalzh Onlus.

Aducanumab: la Sin “approva” l’approvazione

La decisione della Food and Drug Administration di approvare l’aducanumab per il trattamento della malattia di Alzheimer sta riscontrando l’approvazione di molte società scientifiche e associazioni. “Gli studi che hanno condotto alla approvazione hanno documentato la riduzione del deposito di amiloide nel cervello dei pazienti trattati e pur mancando ancora la conferma che questo dato strumentale correli con un reale miglioramento clinico, la notizia è senza dubbio importante. La deposizione di amiloide nei neuroni non è probabilmente la sola causa della malattia di Alzheimer, ma rappresenta certamente un attore importante nel meccanismo di malattia”, ha commentato il professor Gioacchino Tedeschi, presidente della Sin (Società Italiana di Neurologia). L’Aip (Associazione italiana di Psicogeriatria) sottolinea che questo farmaco riduce con certezza le placche di beta amiloide nel cervello. Infine, l’Aima (Associazione Italiana Malattia di Alzheimer) ha sottolineato la gioia con cui la notizia è stata accolta dalle famiglie dei pazienti, pur sapendo che non saranno i loro cari a trarre beneficio da questa scoperta.

Nuovo sistema per la crioablazione

Il dottor Cesare Storti, responsabile dell’Unità Operativa di Cardiologia e del Servizio di Elettrofisiologia e Cardiostimolazione Aritmologica dell’Istituto di Cura Città di Pavia, è stato tra i primi in Italia ad effettuare una procedura di crioablazione con il nuovo sistema POLARx (Boston Scientific) per la correzione della fibrillazione atriale. La crioablazione è una procedura che attraverso un catetere a pallone consente di localizzare e congelare il tessuto cardiaco responsabile del battito irregolare, in tempi più veloci, con un processo più uniforme e standardizzato. Il dottor Storti, tra i massimi esperti di crioablazione, ha testato il nuovo sistema POLARx., che facilita ulteriormente il posizionamento del catetere e permette di ridurre in modo significativo sia la durata procedurale che i tempi di degenza, mantenendo elevata l’efficacia procedurale e la sicurezza per i pazienti. Le criticità e possibili complicanze legate all’ablazione della fibrillazione atriale sono legate a lesioni/fistole esofagee da bruciatura e a lesioni/paralisi del nervo frenico. A tal proposito, il nuovo sistema integra e mostra in tempo reale la temperatura esofagea durante crioablazione, unitamente alla vitalità e funzionamento del nervo frenico. Introduce quindi due meccanismi di sicurezza che l’operatore può controllare e gestire durante la procedura, riducendo il rischio di complicanze e massimizzando l’efficacia della terapia.

Airalzh: Alessandra Mocali confermata presidente

Nel biennio 2021-2023 ci sarà ancora Alessandra Mocali, ricercatrice e professoressa aggregata in Patologia Generale all’Università di Firenze, alla guida di Airalzh Onlus, di cui è anche membro fondatore. La recente assemblea dei soci l’ha infatti confermata alla presidenza dell’associazione. Vicepresidenti sono stati nominati Benedetta Nacmias, professoressa di Neurologia all’Università di Firenze e responsabile del Laboratorio di Neurogenetica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Carreggi del capoluogo toscano, e Alessandro Morandotti, dottore in Economia e Commercio a indirizzo bancario-finanziario, con varie esperienze professionali in diverse realtà del settore e che collabora anche con la divisione Impact di Intesa San Paolo. Oltre che membri uscenti del Consiglio Direttivo, entrambi sono anche soci fondatori di Airalzh.

Demenza: un vademecum
per i farmacisti

“Farmacie amiche delle Persone con Demenza”. Si chiama così il progetto, nato dalla collaborazione fra Federazione Alzheimer Italia e Federfarma, che ha l’obiettivo di fornire alle farmacie suggerimenti e indicazioni pratiche per diventare “Amiche delle Persone con Demenza”.

Dall’area riservata del sito federfarma.it, i farmacisti potranno consultare il vademecum “Farmacia Amica della Demenza”. All’interno di tale documento si trovano non solo informazioni e dati relativi alla malattia, ma sono anche illustrati i comportamenti corretti da seguire per relazionarsi con una persona con demenza quando entra in farmacia. Inoltre, sono forniti suggerimenti per allestire la farmacia in modo da far orientare al meglio tali individui. L’iniziativa rientra nel più ampio progetto “Comunità Amiche delle Persone con Demenza”, che Federazione Alzheimer Italia promuove per combattere i pregiudizi e le discriminazioni che rendono la demenza una delle sindromi più temute e incomprese dei nostri giorni.

Cresce la spesa per la sanità digitale

Un miliardo e mezzo di euro. In base a una ricerca dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano, a tanto è ammontata la spesa per la sanità digitale nel 2020, che ha fatto registrare, anche a causa della pandemia da Covid 19, una crescita del 5% in confronto all’anno precedente. In particolare, a essere aumentato è il ricorso alla televisita, che nell’arco di un solo anno è praticamente triplicato. Grazie al Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), proprio allo sviluppo della telemedicina sarà destinato un miliardo di euro. Tuttavia, il fascicolo sanitario elettronico (Fse) non ha ancora “preso il volo”: poco meno del 40% degli italiani ne ha sentito parlare e soltanto il 12% dichiara di averlo utilizzato.

Il Pdf
 del

numero
di

giugno

ULTIME NEWS

Sigot: tante iniziative in serbo

Da un lato, la vaccinazione contro il Covid 19 sta dando i suoi frutti. Dall’altro, il mancato rispetto dei programmi di cura e di prevenzione delle malattie croniche sta avendo ripercussioni non certo positive. Anche per migliorare questo aspetto la Sigot (Società Italiana Geriatria Ospedale e Territorio), che si è da poco riunita per il suo congresso annuale, ha in programma per ottobre alcune iniziative per incentivare le vaccinazioni antinfluenzale, antipneumococcica e contro l’herpes zoster per gli anziani più fragili, come gli ospiti delle Rsa.

 

◊ ◊ ◊

 

Visite in Rsa lombarde: tamponi a carico della Regione

In Lombardia, il costo dei tamponi necessari per far visita ai propri cari che vivono nelle Rsa sarà a carico della Regione. Per non pagare il test antigenico rapido sarà sufficiente esibire un’autodichiarazione riguardo alla visita programmata. Questa disposizione avrà una durata di tre mesi con la prospettiva che, con l’aumento della quota della popolazione vaccinata, la misura del tampone per i visitatori delle Rsa possa essere eliminata.

 

◊ ◊ ◊

 

Senior Italia: nuovo presidente del Comitato Scientifico

È Antonio Magi il nuovo presidente del Comitato Scientifico di Senior Italia FederAnziani, che definisce l’indirizzo dell’organizzazione. Oltre che tale incarico, Magi, che in passato è stato presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Roma e Provincia, ricopre anche quello di segretario generale del Sindacato degli Specialisti Ambulatoriali del Sumai Assoprof.

 

◊ ◊ ◊

 

 

 

 

 

ISCRIVITI
ALLA
NEWSLETTER DI SESTASTAGIONE

CLICCA QUI

Copyright © 2017 - Tecnezia srl - Via Macedonio Melloni, 24 - 20129 Milano - P. IVA 12964990159 - Tutti i diritti riservati