Un nuovo piano per la domiciliarità integrata

Ci sono anche Associazione Italiana di Psicogeriatria, Alzheimer Uniti Italia Onlus, Confederazione Parkinson Italia, Federazione Alzheimer Italia, Sigg (Società Italiana di Gerontologia e Geriatria), Sigot (Società Italiana di Geriatria Ospedale e Territorio), Sos Alzheimer e Uneba tra le organizzazioni che hanno elaborato il “Piano Nazionale di Domiciliarità Integrata” da inviare al Governo. Il documento mette in evidenza tre temi: il superamento delle separazioni a livello nazionale e locale attraverso la costituzione ai Ministeri della Salute e del Welfare di un’unica Cabina di regia nazionale che programmi gli investimenti e il loro uso, l’organizzazione di un’assistenza domiciliare integrata a partire dalle persone e non dalle prestazioni e l’aumento dei fondi destinati al servizio di assistenza domiciliare ai Comuni.

In arrivo in Lombardia Case e Ospedali di Comunità

È stato da poco approvato dalla giunta di Regione Lombardia il piano che porterà alla realizzazione di Case e Ospedali di Comunità nel territorio, potenziando così la sanità di prossimità. Tali strutture si occuperanno di prevenzione e promozione della salute, forniranno cure primarie e gestiranno pazienti cronici; inoltre, disporranno di ambulatori destinati a criticità non complesse e di un’area di servizi integrati con il Comune. In particolare, gli Ospedali di Comunità avranno fra 20 e 40 posti letto a bassa intensità. Alcune della Case di Comunità forniranno attività medica e infermieristica 7 giorni su 7 e 24 ore al giorno. Le altre resteranno invece aperte 6 giorni su 7 per 12 ore al giorno. Il progetto partirà da Milano, dove 7 di queste strutture potrebbero essere attivate nell’arco di un anno. In totale, nel capoluogo dovrebbero sorgere 15 Case di Comunità e 9 Ospedali di Comunità (uno per ogni Municipio).

Ottimi risultati per la Scuola in Chirurgia Robotica

Duecento interventi ad alta complessità, sette nuovi esperti formati in chirurgia mininvasiva robotica e studenti raddoppiati per l’inizio del nuovo anno accademico. È lusinghiero il bilancio del primo anno di formazione e attività clinica della Scuola in Chirurgia Robotica dell’Università degli Studi di Milano e dell’Ospedale San Paolo. E le prospettive sono ancora più rosee: per il 2021 si prevede infatti che gli interventi saliranno a circa trecento, mentre la robotica sarà applicata non più solo ai campi dell’urologia, della chirurgia generale, dell’oncologia, dell’endocrinologia e della ginecologia, ma anche della chirurgia toracica e pediatrica. “A un anno dall’inizio del progetto della Scuola di Formazione di Chirurgia Robotica abbiamo raggiunto un’importante crescita tecnologica, con strumentazioni sempre più moderne e all’avanguardia e abbiamo potenziato l’attività clinica e assistenziale con l’arrivo di validi professionisti. Tutto ciò ci ha consentito di ampliare ulteriormente l’offerta sanitaria pubblica ai cittadini”, ha dichiarato Matteo Stocco, direttore generale dell’Asst Santi Paolo e Carlo di Milano.

Covid 19 in Rsa: crolla l’incidenza grazie al vaccino

Secondo l’ultimo aggiornamento del report di sorveglianza delle Rsa condotto dall’Istituto Superiore di Sanità, con la collaborazione del Ministero della Salute, del Garante Nazionale dei Diritti delle Persone Private della Libertà Personale e l’Ars Toscana, la mortalità provocata dal Covid 19 e l’incidenza dell’infezione sono scese drasticamente a seguito della campagna vaccinale. Dopo il picco di novembre 2020 (3,2%), infatti, l’incidenza settimanale dei casi si è drasticamente ridotta grazie alla vaccinazione: 0,01% a maggio e giugno e 0,3% a luglio, agosto e settembre.

Cure palliative: in pochi le ricevono

Lo scorso 9 ottobre si è celebrata la prima Giornata Mondiale degli Hospice e delle Cure palliative. Nell’occasione, l’Oms (Organizzazione Mondiale della sanità) ha sottolineato come nel mondo soltanto una persona su dieci fra chi ne ha bisogno riceve questo tipo di cure. Il problema ha carattere di urgenza, perché si prevede che entro il 2060 la necessità di tali terapie raddoppierà. Secondo l’Oms, ogni anno dovrebbero ricorrere a cure palliative quasi 57 milioni di persone. Quasi l’80% di loro, vive in Paesi con un reddito medio o basso.

Tumore al seno: in Veneto test genomici gratuiti

In Veneto, i test genomici da eseguire dopo l’asportazione del tumore alla mammella saranno a carico del Servizio Sanitario Regionale. Questi test sono consigliati in tutti quei casi in cui bisogna valutare se, nel post operatorio, sia utile ricorrere, oltre all’ormonoterapia, anche alla chemioterapia adiuvante. Il test, che viene effettuato su un campione di tessuto tumorale asportato chirurgicamente, può essere erogato solamente una volta per ogni paziente a cui è indicato ed è a carico della Regione anche per chi non risiede in Veneto.

Il Pdf
 del

numero
di

giugno

ULTIME NEWS

Focus sulla cardiologia degli anziani

Si svolgerà il 28 e il 29 ottobre all’hotel Sheraton Parco dei Medici di Roma “Il futuro delle cure e la sfida del Covid 19”, diciannovesimo Congresso di Cardiologia dell’Anziano. L’evento è patrocinato dalla Sicge (Società Italiana di Cardiologia Geriatrica), dalla sezione regionale Lazio dell’Anmco (Associazione Nazionale Medici Chirurghi Ospedalieri), dall’Associazione Adriano (Associazione Italiana Diffusione Ricerca Cardiopatie Anziano), dall’Omceo (Ordine dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri) di Roma e dal Consiglio Regionale del Lazio.

 

◊ ◊ ◊

 

La salute degli anziani nelle strutture residenziali

È articolato in due moduli (di primo e secondo livello) il corso di alta formazione (Fad) “Promozione della Salute degli Anziani nelle Strutture Residenziali” organizzato dalla Sigot (Società Italiana di Geriatria Ospedale e Territorio) in collaborazione con l’Istituto di Neuroscienze – Sezione Invecchiamento di Padova. Il primo modulo è in programma il 20 ottobre dalle 15 alle 19,30, mentre il secondo è in calendario il 3 novembre, allo stesso orario.

 

◊ ◊ ◊

 

La Siu a congresso a Riccione

È in calendario dal 16 al 19 ottobre il 94esimo Congresso Nazionale della Siu (Società Italiana di Urologia). L’evento si svolgerà al Palazzo dei Congressi di Riccione (Rn). Per limitare al minimo la possibilità di contagio da Covid 19, le misure saranno molto rigide. Saranno previsti non solo distanziamento sociale, uso dei dispositivi di protezione individuale e accesso tramite green pass (o tampone rapido negativo all’ingresso), ma anche la pre-registrazione all’evento, limiti di accesso alle sale, ingressi e uscite diversificate, igienizzazione dei pc al termine di ogni uso, stand a distanza minima di un metro, uso limitato di materiale cartaceo e votazioni tramite badge personali. Infine, nell’area espositiva è previsto il divieto di distribuzione di cibi e bevande, al cui consumo sono invece dedicati appositi spazi.

 

◊ ◊ ◊

 

Un secolo di insulina

È in programma giovedì 21 ottobre, con inizio alle ore 11, la web conference di presentazione del progetto “Insulina, 100 anni. Storie di scienza, di uomini e di donne”, organizzata da Novo Nordisk Italia. L’evento vuole rendere omaggio a chi svolge un ruolo imprescindibile sia nella gestione della malattia, sia nella ricerca e nello sviluppo di nuove cure, cioè i diabetologi. La conferenza, a cui parteciperanno i presidenti di sei società scientifiche che si occupano di diabete, rappresenterà l’occasione per fare il punto sui risultati raggiunti negli ultimi cento anni e per sottolineare il ruolo centrale ricoperto da medici e ricercatori.

 

◊ ◊ ◊

 

Due corsi online sull’Alzheimer

È possibile iscriversi a due corsi online sulla malattia di Alzheimer curati da Pietro Vigorelli. Il primo ha il titolo “Alzheimer. Come parlare con le persone con demenza”; al link

https://www.saepe.it/corso.php?uec=649 ci si può iscrivere a quello rivolto a medici, psicologi, educatori e operatori sanitari che necessitano di ECM, mentre bisogna collegarsi a

https://www.saepe.it/corso.php?uec=650 per effettuare l’iscrizione al corso destinato a tutti (Oss, operatori sanitari che non necessitano di ECM, volontari, familiari dei malati eccetera). Il secondo corso si intitola “Alzheimer: introduzione all’Approccio Capacitante”. Medici, psicologi, educatori e operatori sanitari che vogliono partecipare e che hanno bisogno di ECM devono cliccare sul link

https://www.saepe.it/corso.php?uec=618,

 mentre al corso per tutti ci si iscrive al link https://www.saepe.it/corso.php?uec=619. Per informazioni: info@gruppoanchise.it.

 

◊ ◊ ◊

 

Esami&co: un numero per “ridurre” l’attesa

Un milione e 300mila. A tanto ammontano, secondo Senior Italia Federanziani, le prestazioni arretrate del Servizio Sanitario Nazionale. Per offrire agli over 65 un punto d’ascolto e un sostegno per aiutarli a far sì che i Cup rispettino i tempi indicati dai medici per le visite specialistiche, Senior Italia Federanziani ha attivato un numero telefonico (06.62274404), raggiungibile da fisso e mobile dal lunedì al venerdì, dalle 9,30 alle 13 e dalle 15 alle 17,30.

 

◊ ◊ ◊

 

Nuovi vertici per la Gise

Durante il 42esimo Congresso della Società Italiana di Cardiologia Interventistica Gise è stato eletto il nuovo presidente. Si tratta di Giovanni Esposito, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Cardiologia, Emodinamica e Utic dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli, che rimarrà in carica fino al 2023. Il professor Esposito sostituisce il professor Giuseppe Tarantini, arrivato a fine mandato.

 

◊ ◊ ◊

ISCRIVITI
ALLA
NEWSLETTER DI SESTASTAGIONE

CLICCA QUI

Copyright © 2017 - Tecnezia srl - Via Macedonio Melloni, 24 - 20129 Milano - P. IVA 12964990159 - Tutti i diritti riservati