Gli anti-diabetici ritardano l’esordio del Parkinson?

La comparsa della malattia di Parkinson potrebbe essere ritardata grazie all’assunzione di farmaci che contrastano il diabete. A metterlo in evidenza è una ricerca svolta dal Centro Parkinson e parkinsonismi dell’Asst Gaetano Pini – Cto di Milano con il contributo della Fondazione Grigioni. In particolare, lo studio mostra che l’insorgenza della patologia è posticipata in media di 6 anni nelle persone che utilizzano medicinali contro il diabete. Infatti, nei pazienti che usano questi farmaci la malattia compare mediamente dopo i 66 anni, mentre in quelli che non li usano intorno ai 60 anni. (foto www.pixabay.com)

30 pensieri riguardo “<strong>Gli anti-diabetici ritardano l’esordio del Parkinson?</strong>

I commenti sono chiusi.