Presenze in calo nelle residenze per anziani

Anche per via della prima ondata di Covid 19, nel 2020 è cresciuto di più di 32mila unità (+46%) il numero di decessi che si è verificato all’interno delle residenze per anziani italiane. A rilevarlo è il rapporto dell’Istat intitolato “Le strutture residenziali socio-assistenziali e socio sanitarie” che fa riferimento al 2020. Il documento offre una fotografia dettagliata di tali strutture, che ammontano a 12.630 per un totale di più di 400mila posti letto. L’offerta è decisamente superiore al Nord-Est (quasi 10 posti letto a disposizione ogni mille residenti) rispetto al Sud (solo 3 posti). Sempre in confronto al 2019, nel 2020 si è assistito a una diminuzione del 13% della presenza di anziani nelle residenze loro dedicate, dato in controtendenza in confronto a quelli degli anni precedenti. Infine, il rapporto ha messo in luce che in queste strutture trovano impiego quasi 350mila lavoratori, che ricevono aiuto da più di 35mila volontari. (foto www.pixabay.com)

16 pensieri riguardo “Presenze in calo nelle residenze per anziani

I commenti sono chiusi.