Cambiano i criteri per la prescrizione della vitamina D

Importanti novità sui criteri di appropriatezza prescrittiva della supplementazione con vitamina D sono contenute in un recente aggiornamento eseguito dall’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco). In particolare, l’agenzia mette in evidenza che il ricorso a integratori di questa sostanza non modifica le probabilità di frattura nei soggetti sani, ossia non a rischio osteoporosi. Inoltre, non è dimostrato scientificamente che la supplementazione di tale vitamina comporti benefici nei confronti dell’infezione da Covid 19. (foto www.pixabay.com)

12 pensieri riguardo “<strong>Cambiano i criteri per la prescrizione della vitamina D</strong>

I commenti sono chiusi.